Serving Earth en
mirtilli cestino

La produzione di mirtilli coltivati in Italia si estende su una superfice di 900 ettari. Attualmente la varietà precoce Duke rappresenta il 75% della produzione e il 75% della produzione italiana è destinata all’esportazione.

Il 75% della produzione si trova nel Piemonte, una regione nord-occidentale al confine con la Francia, che conta oltre 500 ettari e oltre 1000 aziende di produzione; in quest’area tutta la produzione è in suolo grazie alle caratteristiche del terreno che naturalmente presenta la necessaria acidità. Le altre regioni di produzioni sono il Trentino-Alto Adige (150 ettari), il Veneto (con circa 120 ettari in produzione fuori suolo nella zona di Verona) e la Lombardia (100 ettari). Altre aree minori sono nel centro Italia (Toscana e Lazio), nel sud (Puglia e Calabria) e in Sicilia. (more…)

· 16 aprile 2019

Mirtilli italiani: produzione, export e mercato italiano

mirtilli cestino

La produzione di mirtilli coltivati in Italia si estende su una superfice di 900 ettari. Attualmente la varietà precoce Duke rappresenta il 75% della produzione e il 75% della produzione italiana è destinata all’esportazione.

Il 75% della produzione si trova nel Piemonte, una regione nord-occidentale al confine con la Francia, che conta oltre 500 ettari e oltre 1000 aziende di produzione; in quest’area tutta la produzione è in suolo grazie alle caratteristiche del terreno che naturalmente presenta la necessaria acidità. Le altre regioni di produzioni sono il Trentino-Alto Adige (150 ettari), il Veneto (con circa 120 ettari in produzione fuori suolo nella zona di Verona) e la Lombardia (100 ettari). Altre aree minori sono nel centro Italia (Toscana e Lazio), nel sud (Puglia e Calabria) e in Sicilia.

Continua a leggere

· 10 gennaio 2019

Chi ha inventato i container?

Immagine3

Ogni anno nel mondo vengono movimentati 750 milioni di container (20″ equivalenti), con un raddoppio del traffico negli ultimi 10 anni.

Ma chi ha inventato questo sistema, che ha quasi completamente sostituito il metodo antico di qualche millennio dello stivaggio in rinfusa?

Continua a leggere

· 12 novembre 2018

Il Tarocco siciliano: l’innovazione varietale al servizio del mercato

Arance

Il settore delle arance pigmentate in Sicilia sta cambiando volto: colpiti da una grave epidemia del virus della tristeza degli agrumi (CTV Citrus Tristeza Virus) che ha interessato dal 2010 estese aree specializzate in agrumicoltura, molti agricoltori hanno dovuto estirpare le piante infette. Questa grave problematica fitosanitaria ha creato d’altra parte le condizioni positive per la diffusione di un rinnovamento varietale che sta avendo effetti positivi sulla struttura dell’offerta. La necessità di sostituire i tradizionali portainnesti con nuovi, tolleranti al virus, sono quindi l’occasione per piantare i cloni di nuova generazione frutto della ricerca del CREA – ACM (Centro di Ricerca per l’Agrumicoltura  e le Colture Mediterranee) e dell’Università di Catania.

Continua a leggere

· 24 luglio 2018

Regno Unito: l’11% dell’uva venduta come “take-away” a pranzo

IMG_2237

VALORE IN AUMENTO DELLO 0,1%; QUANTITA’ IN CALO DELLO 0,3% Attualmente valutato a £ 802,7 milioni, il mercato dell’uva del Regno Unito è rimasto stabile, con vendite in crescita dello 0,1% e volumi in calo dello 0,3%. – L’inflazione è stata la misura chiave per mantenere la categoria in crescita, ma una perdita di numero di acquirenti ha determinato un calo di 10,2 milioni di sterline nella spesa. Una nota positiva è che il numero di visite al punto vendita è aumentato, aggiungendo 0,62 milioni di sterline alla categoria nell’ultimo anno.

Continua a leggere

· 2 luglio 2018

Download il nostro ebook “Piccoli Frutti 2018″

PiccoliFrutti2018_logo4sat-r

NCX Drahorad si occupa di piccoli frutti da 10 anni e in questo periodo i produttori italiani di mirtilli si sono ritagliati una finestra nel mercato europeo, accreditandosi come fornitore di mirtilli nel periodo giugno-luglio presso i principali mercati europei, principalmente Regno Unito, Svizzera e Germania.

I mercati internazionali hanno visto un forte aumento nella vendita di piccoli frutti (mirtilli, lamponi e more) e dei berries in generale (categoria che comprende anche le fragole). Questa vendita è stata frutto di una sistematica azione di comunicazione che ha creato una percezione molto positiva del consumatore verso questi frutti.

A questo sviluppo dei mercati internazionali, parzialmente seguito anche dallo sviluppo della produzione italiana, non ha ancora corrisposto un adeguato sviluppo del mercato nazionale. In Italia il consumo dei piccoli frutti è tuttora marginale e poco dinamico.

Nell’ebook “Piccoli Frutti 2018″ sono riportati i dati di consumo e produzione dei principali paesi produttori e consumatori di piccoli frutti.

Continua a leggere
Immagine3

Ogni anno nel mondo vengono movimentati 750 milioni di container (20″ equivalenti), con un raddoppio del traffico negli ultimi 10 anni.

Ma chi ha inventato questo sistema, che ha quasi completamente sostituito il metodo antico di qualche millennio dello stivaggio in rinfusa? (more…)

· 16 aprile 2019

Mirtilli italiani: produzione, export e mercato italiano

mirtilli cestino

La produzione di mirtilli coltivati in Italia si estende su una superfice di 900 ettari. Attualmente la varietà precoce Duke rappresenta il 75% della produzione e il 75% della produzione italiana è destinata all’esportazione.

Il 75% della produzione si trova nel Piemonte, una regione nord-occidentale al confine con la Francia, che conta oltre 500 ettari e oltre 1000 aziende di produzione; in quest’area tutta la produzione è in suolo grazie alle caratteristiche del terreno che naturalmente presenta la necessaria acidità. Le altre regioni di produzioni sono il Trentino-Alto Adige (150 ettari), il Veneto (con circa 120 ettari in produzione fuori suolo nella zona di Verona) e la Lombardia (100 ettari). Altre aree minori sono nel centro Italia (Toscana e Lazio), nel sud (Puglia e Calabria) e in Sicilia.

Continua a leggere

· 10 gennaio 2019

Chi ha inventato i container?

Immagine3

Ogni anno nel mondo vengono movimentati 750 milioni di container (20″ equivalenti), con un raddoppio del traffico negli ultimi 10 anni.

Ma chi ha inventato questo sistema, che ha quasi completamente sostituito il metodo antico di qualche millennio dello stivaggio in rinfusa?

Continua a leggere

· 12 novembre 2018

Il Tarocco siciliano: l’innovazione varietale al servizio del mercato

Arance

Il settore delle arance pigmentate in Sicilia sta cambiando volto: colpiti da una grave epidemia del virus della tristeza degli agrumi (CTV Citrus Tristeza Virus) che ha interessato dal 2010 estese aree specializzate in agrumicoltura, molti agricoltori hanno dovuto estirpare le piante infette. Questa grave problematica fitosanitaria ha creato d’altra parte le condizioni positive per la diffusione di un rinnovamento varietale che sta avendo effetti positivi sulla struttura dell’offerta. La necessità di sostituire i tradizionali portainnesti con nuovi, tolleranti al virus, sono quindi l’occasione per piantare i cloni di nuova generazione frutto della ricerca del CREA – ACM (Centro di Ricerca per l’Agrumicoltura  e le Colture Mediterranee) e dell’Università di Catania.

Continua a leggere

· 24 luglio 2018

Regno Unito: l’11% dell’uva venduta come “take-away” a pranzo

IMG_2237

VALORE IN AUMENTO DELLO 0,1%; QUANTITA’ IN CALO DELLO 0,3% Attualmente valutato a £ 802,7 milioni, il mercato dell’uva del Regno Unito è rimasto stabile, con vendite in crescita dello 0,1% e volumi in calo dello 0,3%. – L’inflazione è stata la misura chiave per mantenere la categoria in crescita, ma una perdita di numero di acquirenti ha determinato un calo di 10,2 milioni di sterline nella spesa. Una nota positiva è che il numero di visite al punto vendita è aumentato, aggiungendo 0,62 milioni di sterline alla categoria nell’ultimo anno.

Continua a leggere

· 2 luglio 2018

Download il nostro ebook “Piccoli Frutti 2018″

PiccoliFrutti2018_logo4sat-r

NCX Drahorad si occupa di piccoli frutti da 10 anni e in questo periodo i produttori italiani di mirtilli si sono ritagliati una finestra nel mercato europeo, accreditandosi come fornitore di mirtilli nel periodo giugno-luglio presso i principali mercati europei, principalmente Regno Unito, Svizzera e Germania.

I mercati internazionali hanno visto un forte aumento nella vendita di piccoli frutti (mirtilli, lamponi e more) e dei berries in generale (categoria che comprende anche le fragole). Questa vendita è stata frutto di una sistematica azione di comunicazione che ha creato una percezione molto positiva del consumatore verso questi frutti.

A questo sviluppo dei mercati internazionali, parzialmente seguito anche dallo sviluppo della produzione italiana, non ha ancora corrisposto un adeguato sviluppo del mercato nazionale. In Italia il consumo dei piccoli frutti è tuttora marginale e poco dinamico.

Nell’ebook “Piccoli Frutti 2018″ sono riportati i dati di consumo e produzione dei principali paesi produttori e consumatori di piccoli frutti.

Continua a leggere
Arance

Il settore delle arance pigmentate in Sicilia sta cambiando volto: colpiti da una grave epidemia del virus della tristeza degli agrumi (CTV Citrus Tristeza Virus) che ha interessato dal 2010 estese aree specializzate in agrumicoltura, molti agricoltori hanno dovuto estirpare le piante infette. Questa grave problematica fitosanitaria ha creato d’altra parte le condizioni positive per la diffusione di un rinnovamento varietale che sta avendo effetti positivi sulla struttura dell’offerta. La necessità di sostituire i tradizionali portainnesti con nuovi, tolleranti al virus, sono quindi l’occasione per piantare i cloni di nuova generazione frutto della ricerca del CREA – ACM (Centro di Ricerca per l’Agrumicoltura  e le Colture Mediterranee) e dell’Università di Catania. (more…)

· 16 aprile 2019

Mirtilli italiani: produzione, export e mercato italiano

mirtilli cestino

La produzione di mirtilli coltivati in Italia si estende su una superfice di 900 ettari. Attualmente la varietà precoce Duke rappresenta il 75% della produzione e il 75% della produzione italiana è destinata all’esportazione.

Il 75% della produzione si trova nel Piemonte, una regione nord-occidentale al confine con la Francia, che conta oltre 500 ettari e oltre 1000 aziende di produzione; in quest’area tutta la produzione è in suolo grazie alle caratteristiche del terreno che naturalmente presenta la necessaria acidità. Le altre regioni di produzioni sono il Trentino-Alto Adige (150 ettari), il Veneto (con circa 120 ettari in produzione fuori suolo nella zona di Verona) e la Lombardia (100 ettari). Altre aree minori sono nel centro Italia (Toscana e Lazio), nel sud (Puglia e Calabria) e in Sicilia.

Continua a leggere

· 10 gennaio 2019

Chi ha inventato i container?

Immagine3

Ogni anno nel mondo vengono movimentati 750 milioni di container (20″ equivalenti), con un raddoppio del traffico negli ultimi 10 anni.

Ma chi ha inventato questo sistema, che ha quasi completamente sostituito il metodo antico di qualche millennio dello stivaggio in rinfusa?

Continua a leggere

· 12 novembre 2018

Il Tarocco siciliano: l’innovazione varietale al servizio del mercato

Arance

Il settore delle arance pigmentate in Sicilia sta cambiando volto: colpiti da una grave epidemia del virus della tristeza degli agrumi (CTV Citrus Tristeza Virus) che ha interessato dal 2010 estese aree specializzate in agrumicoltura, molti agricoltori hanno dovuto estirpare le piante infette. Questa grave problematica fitosanitaria ha creato d’altra parte le condizioni positive per la diffusione di un rinnovamento varietale che sta avendo effetti positivi sulla struttura dell’offerta. La necessità di sostituire i tradizionali portainnesti con nuovi, tolleranti al virus, sono quindi l’occasione per piantare i cloni di nuova generazione frutto della ricerca del CREA – ACM (Centro di Ricerca per l’Agrumicoltura  e le Colture Mediterranee) e dell’Università di Catania.

Continua a leggere

· 24 luglio 2018

Regno Unito: l’11% dell’uva venduta come “take-away” a pranzo

IMG_2237

VALORE IN AUMENTO DELLO 0,1%; QUANTITA’ IN CALO DELLO 0,3% Attualmente valutato a £ 802,7 milioni, il mercato dell’uva del Regno Unito è rimasto stabile, con vendite in crescita dello 0,1% e volumi in calo dello 0,3%. – L’inflazione è stata la misura chiave per mantenere la categoria in crescita, ma una perdita di numero di acquirenti ha determinato un calo di 10,2 milioni di sterline nella spesa. Una nota positiva è che il numero di visite al punto vendita è aumentato, aggiungendo 0,62 milioni di sterline alla categoria nell’ultimo anno.

Continua a leggere

· 2 luglio 2018

Download il nostro ebook “Piccoli Frutti 2018″

PiccoliFrutti2018_logo4sat-r

NCX Drahorad si occupa di piccoli frutti da 10 anni e in questo periodo i produttori italiani di mirtilli si sono ritagliati una finestra nel mercato europeo, accreditandosi come fornitore di mirtilli nel periodo giugno-luglio presso i principali mercati europei, principalmente Regno Unito, Svizzera e Germania.

I mercati internazionali hanno visto un forte aumento nella vendita di piccoli frutti (mirtilli, lamponi e more) e dei berries in generale (categoria che comprende anche le fragole). Questa vendita è stata frutto di una sistematica azione di comunicazione che ha creato una percezione molto positiva del consumatore verso questi frutti.

A questo sviluppo dei mercati internazionali, parzialmente seguito anche dallo sviluppo della produzione italiana, non ha ancora corrisposto un adeguato sviluppo del mercato nazionale. In Italia il consumo dei piccoli frutti è tuttora marginale e poco dinamico.

Nell’ebook “Piccoli Frutti 2018″ sono riportati i dati di consumo e produzione dei principali paesi produttori e consumatori di piccoli frutti.

Continua a leggere
IMG_2237

VALORE IN AUMENTO DELLO 0,1%; QUANTITA’ IN CALO DELLO 0,3% Attualmente valutato a £ 802,7 milioni, il mercato dell’uva del Regno Unito è rimasto stabile, con vendite in crescita dello 0,1% e volumi in calo dello 0,3%. – L’inflazione è stata la misura chiave per mantenere la categoria in crescita, ma una perdita di numero di acquirenti ha determinato un calo di 10,2 milioni di sterline nella spesa. Una nota positiva è che il numero di visite al punto vendita è aumentato, aggiungendo 0,62 milioni di sterline alla categoria nell’ultimo anno. (more…)

· 16 aprile 2019

Mirtilli italiani: produzione, export e mercato italiano

mirtilli cestino

La produzione di mirtilli coltivati in Italia si estende su una superfice di 900 ettari. Attualmente la varietà precoce Duke rappresenta il 75% della produzione e il 75% della produzione italiana è destinata all’esportazione.

Il 75% della produzione si trova nel Piemonte, una regione nord-occidentale al confine con la Francia, che conta oltre 500 ettari e oltre 1000 aziende di produzione; in quest’area tutta la produzione è in suolo grazie alle caratteristiche del terreno che naturalmente presenta la necessaria acidità. Le altre regioni di produzioni sono il Trentino-Alto Adige (150 ettari), il Veneto (con circa 120 ettari in produzione fuori suolo nella zona di Verona) e la Lombardia (100 ettari). Altre aree minori sono nel centro Italia (Toscana e Lazio), nel sud (Puglia e Calabria) e in Sicilia.

Continua a leggere

· 10 gennaio 2019

Chi ha inventato i container?

Immagine3

Ogni anno nel mondo vengono movimentati 750 milioni di container (20″ equivalenti), con un raddoppio del traffico negli ultimi 10 anni.

Ma chi ha inventato questo sistema, che ha quasi completamente sostituito il metodo antico di qualche millennio dello stivaggio in rinfusa?

Continua a leggere

· 12 novembre 2018

Il Tarocco siciliano: l’innovazione varietale al servizio del mercato

Arance

Il settore delle arance pigmentate in Sicilia sta cambiando volto: colpiti da una grave epidemia del virus della tristeza degli agrumi (CTV Citrus Tristeza Virus) che ha interessato dal 2010 estese aree specializzate in agrumicoltura, molti agricoltori hanno dovuto estirpare le piante infette. Questa grave problematica fitosanitaria ha creato d’altra parte le condizioni positive per la diffusione di un rinnovamento varietale che sta avendo effetti positivi sulla struttura dell’offerta. La necessità di sostituire i tradizionali portainnesti con nuovi, tolleranti al virus, sono quindi l’occasione per piantare i cloni di nuova generazione frutto della ricerca del CREA – ACM (Centro di Ricerca per l’Agrumicoltura  e le Colture Mediterranee) e dell’Università di Catania.

Continua a leggere

· 24 luglio 2018

Regno Unito: l’11% dell’uva venduta come “take-away” a pranzo

IMG_2237

VALORE IN AUMENTO DELLO 0,1%; QUANTITA’ IN CALO DELLO 0,3% Attualmente valutato a £ 802,7 milioni, il mercato dell’uva del Regno Unito è rimasto stabile, con vendite in crescita dello 0,1% e volumi in calo dello 0,3%. – L’inflazione è stata la misura chiave per mantenere la categoria in crescita, ma una perdita di numero di acquirenti ha determinato un calo di 10,2 milioni di sterline nella spesa. Una nota positiva è che il numero di visite al punto vendita è aumentato, aggiungendo 0,62 milioni di sterline alla categoria nell’ultimo anno.

Continua a leggere

· 2 luglio 2018

Download il nostro ebook “Piccoli Frutti 2018″

PiccoliFrutti2018_logo4sat-r

NCX Drahorad si occupa di piccoli frutti da 10 anni e in questo periodo i produttori italiani di mirtilli si sono ritagliati una finestra nel mercato europeo, accreditandosi come fornitore di mirtilli nel periodo giugno-luglio presso i principali mercati europei, principalmente Regno Unito, Svizzera e Germania.

I mercati internazionali hanno visto un forte aumento nella vendita di piccoli frutti (mirtilli, lamponi e more) e dei berries in generale (categoria che comprende anche le fragole). Questa vendita è stata frutto di una sistematica azione di comunicazione che ha creato una percezione molto positiva del consumatore verso questi frutti.

A questo sviluppo dei mercati internazionali, parzialmente seguito anche dallo sviluppo della produzione italiana, non ha ancora corrisposto un adeguato sviluppo del mercato nazionale. In Italia il consumo dei piccoli frutti è tuttora marginale e poco dinamico.

Nell’ebook “Piccoli Frutti 2018″ sono riportati i dati di consumo e produzione dei principali paesi produttori e consumatori di piccoli frutti.

Continua a leggere
PiccoliFrutti2018_logo4sat-r

NCX Drahorad si occupa di piccoli frutti da 10 anni e in questo periodo i produttori italiani di mirtilli si sono ritagliati una finestra nel mercato europeo, accreditandosi come fornitore di mirtilli nel periodo giugno-luglio presso i principali mercati europei, principalmente Regno Unito, Svizzera e Germania.

I mercati internazionali hanno visto un forte aumento nella vendita di piccoli frutti (mirtilli, lamponi e more) e dei berries in generale (categoria che comprende anche le fragole). Questa vendita è stata frutto di una sistematica azione di comunicazione che ha creato una percezione molto positiva del consumatore verso questi frutti.

A questo sviluppo dei mercati internazionali, parzialmente seguito anche dallo sviluppo della produzione italiana, non ha ancora corrisposto un adeguato sviluppo del mercato nazionale. In Italia il consumo dei piccoli frutti è tuttora marginale e poco dinamico.

Nell’ebook “Piccoli Frutti 2018″ sono riportati i dati di consumo e produzione dei principali paesi produttori e consumatori di piccoli frutti.

(more…)

· 16 aprile 2019

Mirtilli italiani: produzione, export e mercato italiano

mirtilli cestino

La produzione di mirtilli coltivati in Italia si estende su una superfice di 900 ettari. Attualmente la varietà precoce Duke rappresenta il 75% della produzione e il 75% della produzione italiana è destinata all’esportazione.

Il 75% della produzione si trova nel Piemonte, una regione nord-occidentale al confine con la Francia, che conta oltre 500 ettari e oltre 1000 aziende di produzione; in quest’area tutta la produzione è in suolo grazie alle caratteristiche del terreno che naturalmente presenta la necessaria acidità. Le altre regioni di produzioni sono il Trentino-Alto Adige (150 ettari), il Veneto (con circa 120 ettari in produzione fuori suolo nella zona di Verona) e la Lombardia (100 ettari). Altre aree minori sono nel centro Italia (Toscana e Lazio), nel sud (Puglia e Calabria) e in Sicilia.

Continua a leggere

· 10 gennaio 2019

Chi ha inventato i container?

Immagine3

Ogni anno nel mondo vengono movimentati 750 milioni di container (20″ equivalenti), con un raddoppio del traffico negli ultimi 10 anni.

Ma chi ha inventato questo sistema, che ha quasi completamente sostituito il metodo antico di qualche millennio dello stivaggio in rinfusa?

Continua a leggere

· 12 novembre 2018

Il Tarocco siciliano: l’innovazione varietale al servizio del mercato

Arance

Il settore delle arance pigmentate in Sicilia sta cambiando volto: colpiti da una grave epidemia del virus della tristeza degli agrumi (CTV Citrus Tristeza Virus) che ha interessato dal 2010 estese aree specializzate in agrumicoltura, molti agricoltori hanno dovuto estirpare le piante infette. Questa grave problematica fitosanitaria ha creato d’altra parte le condizioni positive per la diffusione di un rinnovamento varietale che sta avendo effetti positivi sulla struttura dell’offerta. La necessità di sostituire i tradizionali portainnesti con nuovi, tolleranti al virus, sono quindi l’occasione per piantare i cloni di nuova generazione frutto della ricerca del CREA – ACM (Centro di Ricerca per l’Agrumicoltura  e le Colture Mediterranee) e dell’Università di Catania.

Continua a leggere

· 24 luglio 2018

Regno Unito: l’11% dell’uva venduta come “take-away” a pranzo

IMG_2237

VALORE IN AUMENTO DELLO 0,1%; QUANTITA’ IN CALO DELLO 0,3% Attualmente valutato a £ 802,7 milioni, il mercato dell’uva del Regno Unito è rimasto stabile, con vendite in crescita dello 0,1% e volumi in calo dello 0,3%. – L’inflazione è stata la misura chiave per mantenere la categoria in crescita, ma una perdita di numero di acquirenti ha determinato un calo di 10,2 milioni di sterline nella spesa. Una nota positiva è che il numero di visite al punto vendita è aumentato, aggiungendo 0,62 milioni di sterline alla categoria nell’ultimo anno.

Continua a leggere

· 2 luglio 2018

Download il nostro ebook “Piccoli Frutti 2018″

PiccoliFrutti2018_logo4sat-r

NCX Drahorad si occupa di piccoli frutti da 10 anni e in questo periodo i produttori italiani di mirtilli si sono ritagliati una finestra nel mercato europeo, accreditandosi come fornitore di mirtilli nel periodo giugno-luglio presso i principali mercati europei, principalmente Regno Unito, Svizzera e Germania.

I mercati internazionali hanno visto un forte aumento nella vendita di piccoli frutti (mirtilli, lamponi e more) e dei berries in generale (categoria che comprende anche le fragole). Questa vendita è stata frutto di una sistematica azione di comunicazione che ha creato una percezione molto positiva del consumatore verso questi frutti.

A questo sviluppo dei mercati internazionali, parzialmente seguito anche dallo sviluppo della produzione italiana, non ha ancora corrisposto un adeguato sviluppo del mercato nazionale. In Italia il consumo dei piccoli frutti è tuttora marginale e poco dinamico.

Nell’ebook “Piccoli Frutti 2018″ sono riportati i dati di consumo e produzione dei principali paesi produttori e consumatori di piccoli frutti.

Continua a leggere